Grazie a Facebook, a pagamento, puoi raggiungere le persone che hanno compiuto delle azioni sul tuo sito web. Questo pubblico, detto personalizzato, viene acquisito dal social network di Zuckerberg, grazie all’attività del pixel installato sul tuo sito web. Scopri, in questo articolo, come creare un pubblico in grado di ottenere conversioni, e non solo like e commenti.

Da qualche mese a questa parte Facebook ti mette a disposizione una marea di strumenti utili per raggiungere gli utenti che desideri intercettare, attraverso inserzioni sponsorizzate. Oltre a Power Editor e Audience Insight, la piattaforma pubblicitaria ti offre Pubblico, un tool attraverso cui puoi creare subito il tuo pubblico ideale.

Come creare un pubblico personalizzato

Per generare un pubblico personalizzato dovrai accedere a Gestione Inserzioni, fare click sul menù in alto a sinistra, proprio sulla parola “Gestione Inserzioni”. Spostati sulla voce “Tutti gli strumenti” che compare in fondo al menù. Ti apparirà il mega menù. Nella quarta colonna (Risorse) devi selezionare la voce “Pubblico”.

Qui trovi tutti i target a cui hai mirato sin ora. Le varie profilazioni utilizzate per le tue inserzioni, qui sono disponibili per tipologia, dimensione, disponibilità, data di creazione e condivisione con altri account pubblicitari.

Pubblico salvato, personalizzato o simile?

Esistono 3 tipologie di pubblico su Facebook. Il pubblico salvato, il pubblico personalizzato e il pubblico simile, o lookalike. Sulla base della strategia di marketing adottata sarà bene usare l’uno o l’altro. Vediamo, da vicino, le caratteristiche di ciascuna impostazione.

Cos’è il pubblico salvato

pubblico-salvato-facebook-o-pubblico-freddoIl pubblico salvato è il tuo pubblico freddo. Si tratta di utenti che hanno le caratteristiche che hai definito in fase di pianificazione di un annuncio. Interessi, età, località di residenza, professione, titolo di studio e chi più ne ha più ne metta. si tratta di utenti che non conosci, e che non ti conoscono, profilati in base alle caratteristiche che accomunano i tuoi clienti potenziali.

Cos’è il pubblico personalizzato

Il pubblico personalizzato, invece, è il cosiddetto pubblico caldo. Questo corrisponde a clienti o fan della pagina, i cui dati possono essere:

  • caricati da Mailchimp, con cui Facebook ha un’integrazione che ti semplificherà il tutto
  • caricati attraverso un file .csv in cui avrai archiviato nome cognome e mail degli utenti che ti hanno lasciato i propri dati, che si sono iscritti alla tua newsletter o che si sono registrati al tuo sito.
  • già raccolti dalla piattaforma (attraverso il Pixel di Facebook). Si tratta di dati sulle azioni che i visitatori del sito hanno compiuto. Visualizzazione della pagina (PageView), registrazione (Lead), Visualizzazione dei contenuti (ViewContent), aggiunta al carrello (AddToCart), o inizio dell’acquisto (initiateCheckout). Una bella mole di informazioni insomma.

Crea un pubblico caldo (personalizzato) con il pixel di Facebook

pubblico-personalizzato-su-facebook

Se hai installato correttamente il pixel, infatti, avrai modo di creare un pubblico personalizzato scegliendo come opzione, una volta che hai cliccato su crea pubblico > personalizzato,  “Traffico del sito Web”. In questo modo arriverai su una finestra in cui potrai scegliere se creare un pubblico partendo dai visitatori complessivi del sito, oppure se scegliere gli utenti che hanno visitato pagine web specifiche, che indicherai tu stesso a Facebook. Puoi anche scegliere di selezionare gli utenti in base al loro tempo di permanenza sul sito, o agli eventi tracciati sul sito dal Pixel. Visualizzazioni di pagina, visualizzazioni dei contenuti, registrazione al sito, aggiunta al carrello, Inizio del Checkout, acquisto. Insomma, se vuoi rivolgere le tue campagne a utenti specifici, sappi che puoi farlo.

Lookalike: il pubblico simile al tuo pubblico personalizzato

In pubblico simile invece, o pubblico Lookalike, è un campione di utenti che hanno caratteristiche simili ad un certo tipo di pubblico personalizzato. Ad esempio, se il tuo pubblico personalizzato è costituito da utenti che, da Facebook, hanno visitato il tuo sito web, i cui dati vengono raccolti da quando hai installato il pixel, puoi usare questo pubblico per costruire un pubblico simile ed intercettare persone con caratteristiche simili a quelle dei tuoi utenti. Figo no?

Le dimensioni contano?

La terza colonna della sezione Pubblico ti indica la dimensione del tuo pubblico. Spesso non ce ne accorgiamo e (profilando profilando), riduciamo così tanto le dimensioni del pubblico che ai fini della promozione è praticamente inutilizzabile. Generalmente un pubblico troppo ristretto determina lo stop della campagna, o comunque una sorta di rallentamento. Ti suggerisco sempre di tenere sotto controllo le dimensioni del tuo pubblico. Che sia specifico, ma non eccessivamente.

Disponibilità e data

Disponibilità indica se il pubblico può o meno essere usato per le tue inserzioni. Inoltre, la data di creazione ti da modo di non fare confusione. A tal proposito ti suggerisco di fare in modo che il nome di ogni pubblico sia parlante. Ovvero che indichi il tipo di dati contenuti in esso.

Come creare un pubblico efficace per le Facebook Ads

Adesso che abbiamo definito cos’è un pubblico salvato, personalizzato, o simile, puoi capire bene quanto sia importante scegliere la soluzione migliore per profilare gli utenti che visualizzeranno le tue campagne. Di sicuro avrai usato più volte un pubblico salvato, scegliendo le caratteristiche dei tuoi utenti. Ma si tratta di un pubblico che non ti conosce, per tanto detto pubblico freddo.

Quanto può aumentare l’efficacia di una campagna, quando invece lavori su un pubblico caldo, costituito da persone che hanno già avuto modo di relazionarsi con il tuo brand?

Usa pubblici diversi

Ti suggerisco di pianificare campagne che tengono in considerazione sia gli utenti che ancora non ti conoscono, senza trascurare i contatti caldi. L’optimum sarebbe creare campagne rivolte a entrambe le tipologie. Con una comunicazione studiata ad hoc e quindi diversa per persone che si trovano in una fase diversa del proprio buyer’s journey, o percorso d’acquisto. Tieni conto del fatto che un utente che si è iscritto alla tua newsletter ha molte più possibilità di essere convertito in cliente, rispetto ad uno che ancora non ti conosce.

E tu come scegli il pubblico per le tue inserzioni?

Hai installato sul tuo sito il pixel di Facebook? Se non lo hai già fatto, ti invito a riflettere sull’opportunità di questa scelta. Se stai promuovendo un evento, un’azienda o la tua professionalità, sappi che il monitoraggio delle conversioni potrebbe cambiare sensibilmente le sorti dei tuoi annunci rendendoli, spesso, molto più performanti.

Se non sai come fare, contattaci. Studieremo insieme la migliore strategia di promozione sul social network più noto del pianeta. Del resto, ogni inserzione mal pianificata può rappresentare un costo, più che un investimento. Pensaci.

22 Condivisioni
Condividi22
Tweet
WhatsApp
+1
Condividi